3
Shares
Pinterest Google+

Ceci, lenticchie, fagioli, fave, lupini, fave e le altre innumerevoli leguminose sono tra i cibi che apportano più benefici per il nostro organismo. La loro ricchezza di fibre, minerali, vitamine e proteine nobili li rendono indispensabili in un corretto regime alimentare e in una dieta bilanciata. Assunti come pasto completo, unitamente ad un cereale, grazie al loro contenuto di fibre, comportano un minor assorbimento dei carboidrati ingeriti, portano un maggior senso di sazietà e garantiscono una modulazione corretta della glicemia postprandiale e quindi della produzione di insulina.

Inoltre, consumare cereali e legumi in uno stesso pasto, o in una stessa giornata, garantisce un apporto completo di proteine,  perché l’eccesso dell’amminoacido lisina dei legumi andrà a compensare la sua carenza nei cereali i quali, a loro volta, compenseranno la carenza di triptofano, metionina e cisteina dei legumi.

Assumere legumi è importante per chi ha carenze di micronutrienti. In casi di anemia sideropenica, assumere fagioli, lenticchie, ceci, piselli e fave aiuta a ripristinare i livelli di ferro ematico e le sue riserve nel fegato. Se poi si addiziona vitamina C al pasto, il quantitativo di ferro assorbito dall’intestino aumenta, mentre è fortemente sconsigliata l’assunzione di caffeina subito dopo aver mangiato, perché determina l’effetto contrario. Sono altresì ricchi di magnesio e potassio che aiutano nei casi di apatia e stanchezza, data da un’attività fisica importante o solo da ipotensione.

Numerosi studi scientifici riportano l’effetto positivo della fibra solubile, contenuta nei legumi, nel controllo del colesterolo e dei trigliceridi nel sangue. Al tempo stesso combatte la stipsi, ripristinando la flora intestinale.

Previous post

RICHIESTA ENERGETICA IN GRAVIDANZA

Next post

AUTUNNO: ALIMENTI DI STAGIONE