DOTTORESSA MARIA ANGELA OLIMPIERI

“Il desiderio di cambiare deve partire da noi stessi”.


Sono laureata in Biologia Cellulare e Molecolare e specializzata cum laude in Scienze della Nutrizione Umana presso l’Università di Roma “Tor Vergata”. Ho prestato tirocinio nell’Ambulatorio di Endocrinologia, Diabetologia e Malattie del Metabolismo del “Policlinico di Tor Vergata”, grazie al quale ho elaborato la mia tesi sul ruolo benefico della supplementazione di selenio nelle Tiroiditi autoimmuni di Hashimoto. Nel 2014 ho sostenuto l’Esame di Stato per Biologo e ottenuto, così, l’Abilitazione alla Professione di Nutrizionista.

Nel 2015 ho conseguito il Master di II livello in Dietetica e Nutrizione, presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università “Cattolica del Sacro Cuore” di Roma. Dallo stesso anno sono iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi Italiani (Numero di Iscrizione AA_072276) e svolgo l’attività di Libero Professionista come Nutrizionista, continuando a frequentare i corsi di aggiornamento scientifici.

Il raggiungimento del peso ideale non deve essere ottenuto per mezzo di diete drastiche e stagionali, ma dev’essere una conquista graduale, data da un cambiamento del proprio stile di vita e dell’alimentazione giornaliera. Dieta equilibrata non può significare sempre e soltanto conta delle calorie e dei grammi. Imparando ad alimentarci in modo corretto, otteniamo gli strumenti per vivere meglio. È vero che nutrirsi è dare al corpo la quantità di sostanze di cui ha bisogno per funzionare, ma il mangiare a tavola è un atto di convivialità, di comunicazione con il prossimo e quindi un mezzo per ricavare, non solo nutrimento, ma anche gratificazione.

“Un regime alimentare equilibrato ci permette di sostentare il corpo ma anche la mente”.

LO SPORT o un’attività fisica moderata ma costante e la giusta alimentazione sono due facce della stessa medaglia. La bilancia può segnare una perdita di peso, ma bisogna sempre valutare la composizione corporea. Una camminata di almeno 30 minuti al giorno ci aiuta a combattere la perdita di massa muscolare, conseguenza frequente di una dieta ipocalorica. La corsa e la mountain bike sono le mie valvole di sfogo. Amo il contatto con la natura e correre al parco o andare in bici in montagna riescono a liberare la mente dallo stress quotidiano.

L’Ordine Nazionale dei Biologi è stato istituito con la Legge 396/67: tale legge delinea il profilo della figura professionale del biologo e ne precisa le competenze.

Tali competenze vengono esplicitate in modo ampio dal D.M. n. 362/93 ed attualizzate dal D.P.R. n. 328/01. Requisito per l’accesso all’Ordine Nazionale dei Biologi è costituito dal possesso del titolo accademico (la laurea in Scienze Biologiche ed, ai sensi del D.P.R. n. 328/01, alcuni altri titoli accademici) valido per sostenere l’esame di Stato di abilitazione alla professione di biologo, e dal conseguimento dell’abilitazione stessa.

Gli iscritti all’Ordine Nazionale dei Biologi hanno l’obbligo di osservare scrupolosamente quanto stabilito dal Codice Deontologico della Professione di Biologo, approvato dal Consiglio dell’Ordine con la propria delibera del 16 febbraio 1996. L’Ordine dei biologi  riunisce tutti gli esercitanti la professione di biologo in Italia. È un ente di diritto pubblico vigilato dal Ministero della giustizia ed istituito ai sensi della Legge 396/67. È costituito dagli iscritti all’Albo dei biologi. La professione di biologo è riconosciuta e regolata dalla normativa italiana.

In sostanza, per esercitare la professione è necessario essere iscritti all’Albo, per il quale è richiesto essere in possesso della Laurea in Scienze Biologiche o di altro titolo equivalente e aver conseguito l’abilitazione alla professione.